Analizzare la struttura del capitale di una società

Se sei un investitore azionario a cui piacciono le società con buoni fondamentali, è importante considerare un bilancio solido quando si cercano opportunità di investimento.

Utilizzando tre ampi tipi di misurazione - capitale circolante, performance patrimoniale e struttura del capitale - è possibile valutare la solidità del bilancio di un'azienda e, di conseguenza, la qualità dell'investimento.

L'uso giudizioso del debito e del capitale proprio da parte di un'impresa è un indicatore chiave di un bilancio solido.Una sana struttura del capitale che riflette un basso livello di indebitamento e una grande quantità di capitale proprio è un segnale positivo della qualità dell'investimento.

Questo articolo si concentra sull'analisi della parte del bilancio della struttura del capitale di una società.

Da asporto chiave

  • La struttura del capitale si riferisce al mix di capitale di un'azienda: il suo debito e il capitale proprio.
  • L'equità è l'azione ordinaria e privilegiata di una società più gli utili non distribuiti.
  • Il debito include in genere prestiti a breve termine, debiti a lungo termine e una parte dell'importo principale di leasing operativi e azioni privilegiate rimborsabili.
  • I rapporti importanti utilizzati per analizzare la struttura del capitale includono il rapporto debito/capitale netto e il rapporto debito/capitalizzazione a lungo termine.
  • I rating delle agenzie di credito aiutano gli investitori a valutare la qualità della struttura del capitale di un'azienda.
1:03

Struttura del capitale ottimale

Terminologia della struttura del capitale

Struttura del capitale

La struttura del capitale descrive il mix del capitale a lungo termine di un'impresa, che è una combinazione di debito e capitale proprio.La struttura del capitale è un tipo di finanziamento che supporta la crescita di un'azienda e le relative attività.A volte viene indicato come struttura di capitalizzazione o semplicemente capitalizzazione.

Espressa come una formula, la struttura del capitale è uguale alle obbligazioni di debito più il patrimonio netto totale:

CapitalStructure = DO + TSE

dove:

DO = obbligazioni
TSE = patrimonio netto totale

Equità

La parte azionaria della relazione debito-patrimonio è semplice da definire.In una struttura di capitale, l'equità è costituita dalle azioni ordinarie e privilegiate di una società più gli utili non distribuiti.Questo è considerato capitale investito e compare nella sezione del patrimonio netto dello stato patrimoniale.Il capitale investito più il debito costituiscono la struttura del capitale.

Debito

Il debito è meno semplice.La letteratura sugli investimenti spesso identifica il debito di una società con le sue passività.Tuttavia, esiste un'importante distinzione tra passività operative e passività di debito.

Le responsabilità operative sono ciò che un'azienda deve pagare per mantenere l'attività in funzione, come gli stipendi.Le passività di debito costituiscono la componente di debito della struttura del capitale sebbene gli analisti della ricerca sugli investimenti non siano d'accordo su ciò che costituisce una passività di debito.

Molti analisti definiscono la componente di debito della struttura del capitale come il debito a lungo termine di un bilancio.Tuttavia, questa definizione è troppo semplicistica.La parte del debito di una struttura del capitale dovrebbe consistere in prestiti a breve termine (note pagabili), debiti a lungo termine e due terzi (una regola pratica) dell'importo principale di leasing operativi e azioni privilegiate rimborsabili.

Quando si analizza il bilancio di un'azienda, gli investitori esperti farebbero bene a utilizzare questa cifra globale del debito totale.

Rapporti applicati alla struttura del capitale

In generale, gli analisti utilizzano tre rapporti per valutare la forza della struttura di capitalizzazione di un'azienda.I primi due sono metriche popolari:

• Il rapporto di indebitamento (debito totale/attivo totale)

• Il rapporto debito/equità (D/E) (debito totale su patrimonio netto totale)

Un terzo rapporto è uno dei rapporti di capitalizzazione.Denominato rapporto debito a lungo termine/capitalizzazione, è calcolato come debito a lungo termine diviso per (debito a lungo termine più patrimonio netto). Fornisce informazioni chiave sulla posizione patrimoniale di un'azienda.

Il rapporto di indebitamento si riferisce a quanto del patrimonio di un'azienda viene pagato con il debito.Maggiore è il rapporto, maggiore è la leva finanziaria di un'azienda.Il problema di questa misurazione è che ha una portata troppo ampia e attribuisce uguale peso alle passività operative e alle passività di debito.

La stessa critica si applica al rapporto debito/capitale proprio.Le passività correnti e operative, in particolare queste ultime, rappresentano obbligazioni in corso.Inoltre, a differenza del debito a lungo termine, non ci sono pagamenti fissi di capitale o interessi collegati a passività operative.

D'altra parte, il rapporto di capitalizzazione che confronta la componente di debito a lungo termine con il debito e il capitale proprio nella struttura del capitale di una società può presentare un quadro più chiaro della salute finanziaria.Il debito a lungo termine può costare meno del capitale proprio perché può essere deducibile dalle tasse.

Espresso in percentuale, un numero basso indica meno debito che di solito è più desiderabile di una grande quantità di debito.

Rapporto ottimale tra debito e capitale proprio

Sfortunatamente, non esiste un rapporto magico tra debito e capitale proprio da utilizzare come guida.Ciò che definisce una sana miscela di debito e capitale proprio varia a seconda dei settori coinvolti, della linea di business e dello stadio di sviluppo dell'azienda.

Tuttavia, dal momento che gli investitori fanno meglio a investire i propri soldi in società con bilanci solidi, la misurazione ottimale del debito in termini di capitale proprio dovrebbe generalmente riflettere livelli più bassi di debito e livelli più elevati di capitale proprio.

Non solo troppo debito è motivo di preoccupazione, ma anche troppo poco debito può esserlo.Ciò può significare che un'azienda fa troppo affidamento sul proprio patrimonio e non fa un uso efficiente delle proprie risorse.

Informazioni sulla leva

In finanza, la leva finanziaria (debito) è un perfetto esempio della proverbiale spada a doppio taglio.L'uso accorto della leva finanziaria può aumentare le risorse finanziarie a disposizione di un'azienda per la crescita e l'espansione.La leva che viene gestita in modo improprio può causare problemi per un'azienda.

Con la leva finanziaria, il presupposto è che la gestione può guadagnare di più utilizzando i fondi presi in prestito di quanto pagherebbe in interessi passivi e commissioni su di essi.Tuttavia, per sostenere con successo una grande quantità di debiti, un'azienda deve mantenere una solida esperienza nel rispetto dei suoi vari impegni di prestito.

Il problema con troppa leva finanziaria

Una società che ha una leva finanziaria troppo elevata (troppo debito rispetto al patrimonio netto) potrebbe scoprire che i creditori si rifiuteranno di prestarlo ulteriormente e potrebbero persino assumere la proprietà dei suoi beni.Oppure, potrebbe subire una diminuzione della redditività a causa del pagamento di alti costi per interessi.Inoltre, un'impresa potrebbe avere difficoltà a far fronte alle proprie passività operative e di debito durante periodi di condizioni economiche avverse.

Se il particolare settore di attività della società sovraindebitata è estremamente competitivo, le società concorrenti potrebbero trarre vantaggio dalla sua posizione entrando in picchiata per conquistare più quote di mercato.Uno scenario peggiore potrebbe essere un'azienda che deve dichiarare bancarotta.

Agenzie di rating del credito

Le agenzie di rating del credito esaminano l'affidabilità creditizia delle aziende.Le loro valutazioni del debito emesso dalle società possono aiutare gli investitori a determinare se quel debito è rischioso come investimento.

Le principali agenzie di rating del credito sono Moody's, Standard & Poor's (S&P) e Fitch.Queste entità conducono valutazioni formali del rischio della capacità di un'azienda di rimborsare il capitale e gli interessi sulle obbligazioni di debito, principalmente su obbligazioni e commercial paper.La Securities and Exchange Commission conduce annualmente uno studio di sorveglianza delle agenzie di rating del credito per conto degli investitori.

Quindi, come investitore, dovresti essere felice di vedere valutazioni elevate sul debito delle società in cui potresti investire.Allo stesso modo, dovresti diffidare di un'azienda con valutazioni scarse.

Le agenzie di rating del credito utilizzano rating che in genere distinguono tra debito investment grade e non investment grade.

Che cos'è la struttura del capitale?

La struttura del capitale rappresenta il debito più il patrimonio netto nel bilancio di una società.Comprenderlo può aiutare gli investitori a valutare la solidità del bilancio e la salute finanziaria dell'azienda.Ciò, a sua volta, può aiutare gli investitori nel processo decisionale di investimento.

Che cos'è un'agenzia di rating del credito?

Un'agenzia di rating del credito è una società che offre rating per il debito emesso dalle società.Un'agenzia, come Moody's o Standard & Poor's, valuta il debito in base alla capacità di un'azienda di pagare capitale e interessi ai detentori del debito.Ogni agenzia ha il suo metodo di valutazione.In genere, maggiore è il rating, maggiore è il rischio per gli investitori che la società restituisca ciò che ha preso in prestito.

Qual è la differenza tra il rapporto D/E e un rapporto di capitalizzazione?

Il rapporto D/E confronta la posizione debitoria di una società con la sua posizione patrimoniale.Il calcolo per questo rapporto è il debito totale diviso per il patrimonio netto totale.Il rapporto debito a lungo termine/capitalizzazione (uno dei numerosi rapporti di capitalizzazione) confronta il debito a lungo termine con la struttura del capitale di una società, che è rappresentato dal debito a lungo termine e dal patrimonio netto totale.Il calcolo per il coefficiente di capitalizzazione a lungo termine è il debito a lungo termine diviso per il totale del debito a lungo termine e del patrimonio netto.

La linea di fondo

La struttura del capitale di una società costituisce il mix di capitale proprio e debito nel suo bilancio.Sebbene non ci sia un livello specifico di ciascuno che determini cos'è un'azienda sana, sono preferiti livelli di debito più bassi e livelli di equità più elevati.

Vari rapporti finanziari vengono utilizzati per analizzare la struttura del capitale di un'impresa.Questi possono offrire agli investitori e agli analisti un'idea di come un'azienda si confronta con i suoi colleghi e quindi della sua posizione finanziaria nel suo settore.

I rating forniti da rinomate agenzie di credito aiutano anche a fare luce sulla struttura del capitale di un'impresa.