Tasso di offerta interbancario in euro (Euribor)

Qual è il tasso di offerta interbancario in euro (Euribor)?

L'Euribor, o Euro Interbank Offer Rate, è un tasso di riferimento costruito dal tasso di interesse medio al quale le banche della zona euro offrono prestiti non garantiti a breve termine sul mercato interbancario.Le scadenze dei prestiti utilizzate per calcolare l'Euribor variano spesso da una settimana a un anno.

Questo è il tasso di riferimento con cui le banche prestano o prendono in prestito riserve in eccesso l'una dall'altra in brevi periodi di tempo, da una settimana a 12 mesi.Questi prestiti a breve termine sono spesso strutturati come accordi di riacquisto (pronti contro termine) e hanno lo scopo di mantenere la liquidità della banca e assicurarsi che la liquidità in eccesso sia in grado di generare un rendimento degli interessi piuttosto che rimanere inattivi.

Da asporto chiave

  • L'Euribor è un tasso interbancario overnight composto dai tassi di interesse medi di un gruppo di grandi banche europee utilizzate per concedersi prestiti in euro.
  • L'Euribor ha varie scadenze in cui ogni scadenza ha un proprio tasso di interesse.
  • L'Euribor è calcolato da un amministratore di benchmark chiamato Global Rate Set Systems Ltd. e offerto dall'European Money Markets Institute (EMMI).

Comprensione del tasso di offerta interbancario in euro (Euribor)

L'Euro Interbank Offer Rate (Euribor) si riferisce infatti ad un insieme di cinque tassi del mercato monetario corrispondenti a diverse scadenze: i tassi a una settimana, un mese, tre mesi, sei mesi e dodici mesi.Questi tassi, aggiornati quotidianamente, rappresentano il tasso di interesse medio che le banche della zona euro si addebitano a vicenda per i prestiti non garantiti.

I tassi euribor sono un importante parametro di riferimento per una gamma di prodotti finanziari denominati in euro, inclusi mutui, conti di risparmio, prestiti auto e vari titoli derivati.Il ruolo dell'Euribor nell'eurozona è analogo al LIBOR in Gran Bretagna e negli Stati Uniti.

Chi contribuisce al tasso Euribor?

Sono 18 le banche panel che contribuiscono all'Euribor.Queste sono le istituzioni finanziarie che gestiscono il maggior volume di transazioni sul mercato monetario dell'eurozona.A partire dal 2022, queste banche panel includono:

  • Belfius (Belgio)
  • BNP Paribas (Francia)
  • Crédit Agricole sa (Francia)
  • HSBC Francia (Francia)
  • Natixis / BPCE (Francia)
  • Société Générale (Francia)
  • Deutsche Bank (Germania)
  • DZ Bank (Germania)
  • Intesa Sanpaolo (Italia)
  • UniCredit (Italia)
  • Banque et Caisse d'Épargne de l'État (Lussemburgo)
  • ING Bank (Paesi Bassi)
  • Caixa Geral De Depósitos (Portogallo)
  • Banco Bilbao Vizcaya Argentaria (Spagna)
  • Banco Santander (Spagna)
  • BANCA CECA(Spagna)
  • CaixaBank (Spagna)
  • Barclays (Gran Bretagna)

La differenza tra Euribor ed Eonia

Eonia, o Euro Overnight Index Average, è anche un tasso di riferimento giornaliero che esprime la media ponderata dei prestiti interbancari overnight non garantiti nell'Unione Europea e nell'Associazione Europea di Libero Scambio (EFTA). È calcolato dalla Banca centrale europea (BCE) sulla base dei prestiti concessi da 28 banche panel.

L'Eonia è simile all'Euribor come tasso utilizzato nei prestiti interbancari europei.Entrambi i benchmark sono offerti dall'European Money Markets Institute (EMMI). La principale differenza tra Eonia ed Euribor sono le scadenze dei prestiti su cui si basano.L'Eonia è un tasso overnight, mentre l'Euribor è in realtà otto tassi diversi basati su prestiti con scadenze variabili da una settimana a 12 mesi.

Diverse sono anche le banche panel che contribuiscono ai tassi: solo 19 banche contribuiscono all'Euribor, invece di 28.Infine, l'Euribor è calcolato da Global Rate Set Systems Ltd., non dalla BCE.