Il New York City Recovery Index: 30 maggio

Nota del redattore: di seguito troverai il rilascio della settimana 91 del NYC Recovery Index, originariamente pubblicato il 31 maggio 2022.Visita la home page dell'indice di recupero di New York per i dati più recenti.

L'indice di ripresa economica di New York City è aumentato per la settimana terminata il 21 maggio 2022, raggiungendo 75 punti su 100.È stata una settimana incoraggiante per la ripresa economica della città, poiché il tasso di ospedalizzazione COVID-19 è diminuito per la prima volta in oltre due mesi.Lo slancio positivo si è esteso ai passeggeri della metropolitana e alle prenotazioni dei ristoranti, poiché entrambi hanno registrato buoni guadagni settimana dopo settimana.Sul lato negativo, c'è stata una leggera regressione nel mercato immobiliare della città, poiché sia ​​le vendite di case che le offerte di affitto sono diminuite.

La ripresa economica di New York City si attesta a un punteggio di 75 su 100, secondo il New York City Recovery Index, un progetto congiunto tra Investopedia e NY1.In due anni dall'inizio della pandemia, la ripresa economica di New York City è a tre quarti della via del ritorno ai livelli pre-pandemia.

Diminuiscono i ricoveri per COVID-19

I ricoveri per COVID-19 sono diminuiti a New York City poiché il tasso di ricoveri è sceso leggermente a 90 al giorno, in calo rispetto ai 92 registrati durante la settimana del 14 maggio.Questo segna il primo calo del tasso di ospedalizzazione in oltre due mesi, dopo nove settimane consecutive di aumenti guidati dall'aumento dei tassi di infezione e dalla diffusione delle sottovarianti di omicron.Durante questo periodo, il tasso di ospedalizzazione COVID-19 è quintuplicato da un minimo post-micron di 18 al giorno registrato il 12 marzo, a un picco di 92 registrato la scorsa settimana.Il calo di questa settimana è un segnale incoraggiante che indica che i ricoveri potrebbero aver raggiunto il picco.L'attuale tasso di 90 ricoveri al giorno corrisponde all'incirca al livello di inizio dicembre 2021.

Il CDC continua a proiettare il 100% dei casi nella regione di New York, che comprende il New Jersey, New York, Porto Rico e gli Stati Uniti.Isole Vergini, sono attribuibili alla variante omicron.Il ceppo BA.2.12.1, che ha in gran parte causato infezioni e ricoveri negli ultimi due mesi, rappresenta ora il 78% di tutti i nuovi casi.Tra i continui tassi di infezione elevati, la quota di residenti completamente vaccinati continua ad aumentare, con il 78,6% dei residenti di New York City ora completamente vaccinato contro COVID-19, secondo i dati di New York Health.Dall'inizio della pandemia, oltre due anni fa, in città sono stati registrati poco meno di 2,5 milioni di casi e 40.409 decessi.

Le richieste di disoccupazione cadono ulteriormente

I reclami contro la disoccupazione (UI) sono diminuiti per la terza settimana consecutiva, a 5.070 reclami rispetto ai 5.870 reclami della settimana precedente.Tuttavia, i reclami di UI sono diminuiti di un importo sostanzialmente maggiore durante la stessa settimana del 2019, registrando un calo di 2.780 reclami.Pertanto, le richieste di disoccupazione sono ora solo del 4% al di sotto dei livelli comparabili del 2019, rispetto al 27% della settimana precedente.Con i reclami che rimangono ai livelli pre-pandemia o al di sotto, il mercato del lavoro della città si è completamente ripreso.

Le vendite di case continuano a diminuire

Le vendite di case in sospeso a New York City hanno continuato a diminuire, segnando la terza settimana consecutiva di ribassi.Le vendite di case in sospeso sono diminuite di 67 settimane su base settimanale, con 585 vendite di case registrate in tutta la città durante la settimana del 21 maggio.Nonostante i recenti ribassi, le vendite di case rimangono ben al di sopra dei livelli pre-pandemia e pertanto sono considerate del tutto recuperate.Per distretto, le vendite di Brooklyn hanno superato quelle di Manhattan, con vendite nel distretto del 40% superiori ai livelli del 2019.Seguono Manhattan e Queens con vendite rispettivamente del 32% e del 29% superiori alle loro linee di base pre-pandemia.

La disponibilità del noleggio diminuisce leggermente

Le offerte di lavoro disponibili nel mercato immobiliare della città sono leggermente diminuite durante la settimana del 21 maggio, registrando un calo di 193 unità per un totale di 13.513.Il sottoindice di disponibilità locativa è rimasto invariato a 77 su 100, poiché le offerte di affitto attualmente sono in ritardo rispetto alla norma pre-pandemia di circa 2.000 unità locative.Il calo di questa settimana segna il primo in diverse settimane e un'eccezione alla tendenza stagionale poiché le offerte di affitto in genere aumentano con l'arrivo dell'estate.

I tassi di occupazione degli uffici a Midtown e in altri quartieri di Manhattan rimangono ai minimi storici a due anni dall'inizio della pandemia.Prima della pandemia, la maggior parte degli uffici del distretto dipendeva dai pendolari che viaggiavano cinque giorni alla settimana da fuori città.Secondo gli Stati UnitiCensus Bureau, l'area metropolitana di New York, ha avuto il tempo medio di percorrenza pre-pandemia più lungo a 37,7 minuti.Oggi ha uno dei tassi di occupazione degli uffici più bassi del paese, con il lavoro ibrido e remoto che si sta rivelando particolarmente popolare tra gli impiegati della città.Secondo un recente rapporto del Wall Street Journal e della società di accesso agli edifici Kastle Systems, al 18 maggio, i passaggi delle chiavi magnetiche degli uffici sono diminuiti del 62% rispetto ai livelli di inizio 2020.Le attività di ristorazione per i pendolari hanno chiuso mentre le offerte di vendita al dettaglio a Midtown Manhattan sono aumentate vertiginosamente.

La guida della metropolitana accelera

Il numero di corse in metropolitana a New York City ha continuato ad aumentare durante la settimana del 21 maggio, con la media di sette giorni ora appena il 37,6% al di sotto della norma pre-pandemia.Il traffico della metropolitana ha registrato uno slancio positivo nelle ultime settimane, poiché il totale dei passeggeri è ora inferiore del 40% alla media pre-pandemia.Il numero di passeggeri ora supera il massimo pre-micron di inizio novembre 2021, registrando il miglior risultato finora nella ripresa in corso della città.Per la settimana, la Metropolitan Transportation Authority (MTA) ha registrato una media di sette giorni di 2,95 milioni di passeggeri giornalieri.

Dall'inizio del 2022 i livelli di utenza sono ampiamente aumentati in tutti i modi di trasporto pubblico di New York City, con incrementi particolarmente forti nei quartieri periferici della città e nei sobborghi circostanti.I guadagni di numero di passeggeri per la Long Island Railroad (LIRR) e la Metro North Railroad hanno superato quelli della rete metropolitana della città, aumentando rispettivamente del 69,9% e del 76,2%.Il numero di passeggeri della metropolitana MTA è leggermente rallentato, ma è comunque aumentato a un tasso salutare del 61,2% da inizio anno.

Aumento delle prenotazioni dei ristoranti

L'industria della ristorazione di New York City ha registrato una settimana stellare, con le prenotazioni in tutti i ristoranti della città in aumento di appena il 33,1% al di sotto della norma pre-pandemia, rispetto al 39,6% della scorsa settimana.Il guadagno di questa settimana segna il più grande aumento settimana dopo settimana dalla fine di marzo.Il punteggio di questa settimana segna il miglior risultato per le prenotazioni di ristoranti durante l'era della pandemia, superando il precedente massimo di novembre 2021.Lo slancio per l'industria della ristorazione della città appare brillante, poiché l'arrivo dell'estate e il picco dei tassi di infezione da COVID-19 dovrebbero fungere da vento in poppa per ulteriori aumenti delle prenotazioni.