L'ora delle streghe

Qual è l'ora delle streghe?

L'ora delle streghe è l'ultima ora di negoziazione il terzo venerdì di ogni mese quando scadono opzioni e future su azioni e indici azionari.Questo periodo è spesso caratterizzato da volumi elevati poiché i trader chiudono opzioni e contratti future prima della scadenza.Le posizioni vengono quindi spesso riaperte in contratti che scadono in una data successiva.

Da asporto chiave

  • L'ora delle streghe è l'ultima ora di negoziazione prima della scadenza di opzioni o altri contratti derivati.
  • Questo periodo è spesso caratterizzato da volumi elevati poiché i trader si affrettano a chiudere o rollare posizioni.
  • Il doppio e il triplo witching si riferiscono alla scadenza di più tipi di contratti derivati ​​nello stesso giorno.

Capire le ore delle streghe

L'ora delle streghe è l'ultima ora di negoziazione prima della scadenza dei contratti derivati.Più spesso i trader utilizzeranno termini come "triple witching", che si riferisce alla scadenza di opzioni su azioni, opzioni su indici e future su indici lo stesso giorno.Questo evento si verifica il terzo venerdì di marzo, giugno, settembre e dicembre.

Quando i future su azioni singole sono stati negoziati negli Stati Uniti tra il 2002 e il 2020, sono scaduti con lo stesso programma trimestrale, dando origine al termine "quadruple witching".Nel frattempo, il terzo venerdì degli otto mesi che non sono tripli streghe si verificano doppie streghe.Sul double witching, i contratti in scadenza sono opzioni su azioni e indici azionari.

L'attività che si svolge durante le ore di streghe mensili può essere suddivisa in due categorie: roll out o chiusura di contratti in scadenza per evitare la scadenza e acquisti del sottostante.A causa degli squilibri che possono verificarsi durante il posizionamento di queste operazioni, gli arbitraggi cercano anche opportunità derivanti da inefficienze di prezzo.

Ragioni per compensare le posizioni

Il motivo principale dell'aumento dell'attività nei giorni dell'ora legale è che i contratti che non vengono chiusi possono comportare l'acquisto o la vendita del titolo sottostante.Ad esempio, i contratti futures che non sono chiusi richiedono al venditore di consegnare la quantità specificata del titolo o della merce sottostante all'acquirente del contratto.

Le opzioni in-the-money (ITM) possono comportare l'esercizio dell'attività sottostante e l'assegnazione al titolare del contratto.In entrambi i casi, se il contraente o l'estensore del contratto non è in grado di pagare l'intero valore della cauzione da consegnare, il contratto deve essere risolto prima della scadenza.

Il roll out o roll forward, invece, è quando una posizione nel contratto in scadenza viene chiusa e sostituita con un contratto in scadenza in una data successiva.Il trader chiude la posizione in scadenza, regolando il guadagno o la perdita, quindi apre una nuova posizione al tasso di mercato corrente in un contratto diverso.Questo processo crea volume nel contratto in scadenza e nei contratti in cui si stanno muovendo i trader.

Opportunità di arbitraggio

Oltre all'aumento del volume legato alla compensazione dei contratti durante le ore di stregoneria, l'ultima ora di negoziazione può comportare anche inefficienze di prezzo e, con essa, potenziali opportunità di arbitraggio.A causa dell'ingente volume in arrivo in un breve lasso di tempo, i trader opportunisti cercano squilibri nella domanda e nell'offerta.

Ad esempio, i contratti che rappresentano grandi posizioni corte possono essere offerti più alti se i trader si aspettano che i contratti vengano acquistati per chiudere le posizioni prima della scadenza.In queste circostanze, i commercianti possono vendere contratti a prezzi temporaneamente elevati e poi chiuderli prima della fine dell'ora delle streghe.In alternativa, potrebbero acquistare il contratto per cavalcare l'onda verso l'alto, quindi vendere la frenesia di acquisto rallenta.